Alessandria, IN PRIMO PIANO|8 giugno 2012 09:09

4 morti per auto contromano su A26, famiglie in Tribunale

ALESSANDRIA. Dalla Francia ad Alessandria per chiedere ”una vera giustizia e una pena severa”: numerosi parenti delle giovani quattro vittime francesi dell’incidente dello scorso 13 agosto sull’autostrada A26 si sono presentati oggi in Tribunale per l’udienza preliminare contro Ilir Beti, l’imprenditore edile albanese alla guida di un Suv che procedeva contromano. I familiari hanno formato un comitato che vuole una legge europea sull’omicidio stradale e si sono costituiti parte civile. Il giudice ieri ha accettato la richiesta dei difensori dell’imputato, di citazione del responsabile civile del danno, ossia la compagnia assicurativa che entrerà a far parte del procedimento, ottenendo così un rinvio al prossimo 20 luglio, quando è probabile che i difensori di Beti chiedano il rito abbreviato.

3 Commenti

  • Tutti con noi,habitant di Alessandrie e dei dintorni vengono a raggiungerci il 20 Luglio 2012 davanti al tribunale di Alessandrie per combattere l’injustice,tout lo mondo è riguardare venite allora raggiungere ha partirci di 08h30 hanno aspettato vi numerosi….Grazie ha tutti. E è un primo in Europa: il conducente è inseguito per omicida volontario, mentre nei casi di infrazioni stradali avendo causato la morte, i responsabile sono giudicati per omicidio involontario.è ciò che vogliamo…….

  • E un omicidio volontario!Dunque se ilir beti accetta il riato abbreviato è per ottenere 10 anni di meno:30 anni meno 10= “20 anni”……Non meno!!!20 anni almeno per l’assassino di 4 ragazzi e la perpetuità dei genitori e delle 4 famiglie!!!Ha giocato con la vita degli altri il 13 agosto 2011!!!!!deve pagare fino al 13 agosto 2031!!! fa soltanto 5 anni per ogni ragazzo, non è troppo caro!!!!Se siete d’accordo con “Un chemin pour demain” l’appuntamento sarà il 20 luglio davanti al tribunale di Alessandria, alle 8 e mezzo!!!Grazie mille a tutti per il sostegno
    la mamma di Vincent, mamma di cuore di Audrey (la sua fidanzata);presidente di “un chemin pour demain”